Quando l’aumento aumenta

Immaginate di trovarvi sul fondo di una piscina vuota molto profonda. A un certo punto qualcuno comincia a versare dentro acqua con un secchiello, prima poco alla volta, poi ad intervalli più ravvicinati. Per un po’ la piscina rimane pressoché vuota, perché una mattonella del rivestimento sul fondo è saltata, e l’acqua viene in gran parte trattenuta dal terreno sottostante. Ma il suolo è argilloso e non riesce ad assorbire l’umidità oltre un certo limite. Dunque il livello dell’acqua nella piscina poco alla volta aumenta, ma la cosa non vi dispiace affatto, perché così potete sollazzarvi giocando con l’acqua e schizzandovela addosso l’un l’altro. Anzi il divertimento aumenta ancora quando l’acqua dalle caviglie pian piano sale fino ad arrivare all’altezza del bacino. Siete così presi dallo svago che quando viene rimossa la scaletta nessuno ci fa caso.

Continua a leggere

Felicità rinnovabile

Non amo particolarmente le favole, ma quando una storia ha un lieto fine bisogna raccontarla tutta. Dunque, tre settimane fa vi parlavo dell’odissea capitatami con l’attivazione del mio nuovo impianto fotovoltaico con accumulo. Tre mesi di attesa per un allaccio alla rete. Una roba snervante, ma che ora è alle nostre spalle. Poco dopo aver pubblicato il post, giunge l’agognata notizia: la connessione è fissata per il 6 aprile. L’ingegnere che mi ha assistito nella pratica si affretta a confermare l’appuntamento sul portale. Continua a leggere

America sotto vetro

Ehi Donald! ma come hai fatto a non pensarci? La cupola! Sì, proprio lei, The Dome, la cupola di Springfield, quella del film dei Simpson! È perfetta, credimi! La cupola è tutto quello che devi fare: una cupola di vetro trasparente, come nel film, l’unica differenza è che, anziché una cittadina abitata da gente sfigata tipo Homer, deve contenere gli USA tutti interi, coast to coast. Insomma, la stessa cupola, solo un po’ più grande, tutto qui! Andiamo, Donald, non vorrai mica credere che basti uno stupido muro a bloccare i messicani che vogliono entrare! Che razza di soluzione è? Tu fai il muro, alto quanto vuoi, e quelli arrivano via mare o con gli aerei, e si fanno beffe di te. Vuoi mettere invece la cupola! Se sei fuori, sei fuori, e basta, fine della storia! Con la cupola l’immigrazione sarà solo un ricordo, Donald, è garantito! Continua a leggere